In questo momento di emergenza noi restiamo al tuo fianco anche se a distanza:

 

La nostra attività considerata fra i servizi essenziali per il Paese, continua ad esserci per ogni Vs. esigenza, informazione o supporto e per agevolarVi maggiormente abbiamo elaborato una serie di servizi innovativi utili a supportare le Vs. aziende e non solo mediante servizi in remoto di seguito illustrati.

 

CERTIFICAZIONE DI SALUBRIETA’ DEGLI AMBIENTI

DI LAVORO ALLA RIPRESA DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE.

La proposta di certificazione di salubrità dell’ambiente indoor prima della ripartenza delle attività produttive, oltre a costituire, o, a integrare la valutazione del rischio biologico per le aziende, avvalla la salubrità degli ambienti (uffici, aree reception, spedizioni, spogliatoi, mense ecc.) sulla base di certificazioni effettuate da un pool di esperti tra cui tecnici impiantistici e della sicurezza negli ambienti di lavoro, tecnici di laboratorio e medici del lavoro, in grado di identificare la presenza di COVID-19 su superfici oggetti e indumenti, valutare la correttezza di funzionamento e di disinfezione degli impianti di climatizzazione e le procedure di pulizia degli ambienti.  

Altre informazioni  (scarica la circolare)

 

             FORMAZIONE A DISTANZA

 

                       IN MODALITA’

  E-LEARNING O VIDEOCONFERENZA

Offerta formativa a distanza in materia di sicurezza sul lavoro per le aziende in modalità e-learning nel rispetto dell’Accordo Stato-Regioni del 21.12. I corsi di formazione in modalità e-Learning vengono erogati attraverso una piattaforma multimediale su un sito Internet che rispetta i requisiti di legge (percorso di valutazione dell’apprendimento, servizio tutor ecc.) ed è consentita per:

  • Formazione generale dei lavoratori (4 ore);
  • Formazione dei dirigenti (16 ore);
  • Formazione dei preposti solo per alcuni contenuti specifici;
  • Corsi di aggiornamento per lavoratori, preposti e dirigenti.

Offerta formativa in materia di sicurezza sul lavoro per Corsi Specifici dei lavoratori e Corsi per attrezzature in video-conferenza, a condizione che i discenti abbiano possibilità di accesso ad un personal computer presso l’Azienda in cui operano, per seguire la lezione teorica e la relativa verifica di apprendimento.

  • Formazione generale dei lavoratori (corso completo);
  • Formazione Antincendio (solo parte teorica);
  • Formazione Primo Soccorso (solo parte teorica);
  • Formazione (Carrello Elevatore, Piattaforme Elevabili, Gru su Autocarro).

L’attività formativa potrà ritenersi completata solo a seguito della successiva prova pratica che verrà eseguita presso l’azienda committente con relativa verifica di apprendimento non appena le condizioni di emergenza saranno terminate.

L’attività formativa di cui sopra eseguita in collaborazione con Medical Life Services prevede il rilascio di apposito attestato di partecipazione a seguito del superamento delle verifiche di apprendimento.

Sei interessato (scarica il programma corsi)

  

             SMART WORKING REGOLE DI RIFERIMENTO 

Oggetto: informativa sulla sicurezza dei lavoratori in smart working (art. 22, comma 1, della legge 22 maggio 2017 n. 81)

1. Il datore di lavoro garantisce la salute e la sicurezza del lavoratore, che svolge la prestazione in modalità di lavoro agile o smart working, e a tal fine consegna al lavoratore e al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, con cadenza almeno annuale, un’informativa scritta, nella quale sono individuati i rischi generali e i rischi specifici connessi alla particolare modalità di esecuzione del rapporto di lavoro. 

2. Il lavoratore è tenuto a cooperare all’attuazione delle misure di prevenzione predisposte dal datore di lavoro per fronteggiare i rischi connessi all’esecuzione della prestazione all’esterno dei locali aziendali.

3 La nostra azienda, mediante l’ausilio di check list dedicate e supporti fotografici è in grado di supportare e aziende che effettuano attività lavorative con dipendenti in smart working implementando la valutazione del rischio in relazione a ciascun fattore sotto indicato:  

Raccomandazioni generali per i locali;

Indicazioni per l’illuminazione e l’areazione naturale ed artificiale:

Utilizzo sicuro di attrezzature/dispositivi di lavoro;

Indicazioni per il lavoro con notebook tablet e smartphone;

Indicazioni relative a requisiti e corretto utilizzo di impianti elettrici

Informativa sul rischio incendi per il lavoro agile

Valutazione rischi specifici (chimico/fisiche con rilevazioni e/o sensori gestiti in remoto)

Altre informazioni su smart working (scarica la circolare)

 

 

Proroga dal 30 Aprile al 30 Giugno 2020 per la 

dichiarazione ambientale telematica MUD.

I produttori di rifiuti che rimangono soggetti all’obbligo di presentazione del MUD sono così individuati:

  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (cosí come previsto dall’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

Sono invece esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all’articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell’ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02.

 Qualora disponi già dei dati necessari, possiamo collaborare a distanza per evadere questo obbligo già  ora.

Altre disposizioni su rifiuti (scarica la circolare)